Storia

VINITALY, UNA STORIA DI SUCCESSO

Vinitaly è la manifestazione che più d'ogni altra ha scandito l'evoluzione del sistema vitivinicolo nazionale ed internazionale, contribuendo a fare del vino una delle più coinvolgenti e dinamiche realtà del settore primario.

  • 2015

    : Prima volta di Vinitaly International in Canada a gennaio e primo Corso di specializzazione sul vino italiano a Verona dal 16 al 20 marzo. Realizzato dall'International Vinitaly Academy - VIA, il corso dà l'accesso a due certificazioni in base alle competenze raggiunte: "Ambasciatore del vino italiano" ed "Esperto del vino italiano". Gli "Italian Wine Expert" supporteranno come insegnanti l'attività di VIA nei loro Paesi.
  • 2014

    : Vinitaly inaugura due nuovi saloni, Vininternational - per dare organicità alla presenza degli espositori esteri - e Vinitalybio, il salone dei vini biologici certificati, e propone una nuova iniziativa espressamente dedicata agli incontri d'affari denominata International Buyers' Lounge. Per promuovere la conoscenza dei vini italiani nel mondo, nasce Vinitaly International Academy, l'iniziativa educazionale realizzata da Vinitaly International in collaborazione con Ian D'Agata.
    Veronafiere lancia wine2wine a dicembre, il primo forum del vino che mette in rete i produttori vitivinicoli per far circolare informazioni e idee.
    Vinitaly, riconosciuta rassegna di riferimento a livello internazionale nel settore enologico, viene incaricata dal Ministero delle politiche agricole e forestali della realizzazione e gestione di Vino a taste of Italy, il padiglione del vino per Expo Milano 2015.
    Sol d'Oro raddoppia, con Sol d'Oro Emisfero Sud in Cile a settembre.
  • 2013

    : Vinitaly in the World, il progetto avviato da Veronafiere per promuovere l'eccellenza dei vini italiani nel mondo, riparte a fine gennaio dagli Stati Uniti con un nuovo nome: Vinitaly International. Un rebranding per confermare ulteriormente il ruolo della manifestazione come ambasciatore e partner per lo sviluppo del business nazionale in tutto il mondo, attraverso l'attivazione di una rete di solide relazioni istituzionali e commerciali.
    Nasce Vinitaly Wine Club: la più innovativa piattaforma di promozione e vendita online delle migliori etichette italiane e di selezionate collezioni di vino apprezzate da collezionisti e estimatori ma ancora inesplorate dal grande pubblico.
    Vinitaly e l'Union des Grands Crus de Bordeaux (UGCB) siglano un accordo per coordinare per quattro anni le date delle rispettive manifestazioni, per consentire a buyer e media di tutto il mondo di ottimizzare la loro presenza a due dei principali eventi internazionali del calendario vitivinicolo. Queste le prossime date di Vinitaly: 6 - 9 aprile 2014; 22-25 marzo 2015; 10-13 aprile 2016; 26-29 marzo 2017.
  • 2012

    : Vinitaly si rinnova e riduce i giorni di apertura da 5 a 4; cambia anche la cadenza settimanale, che passa dal tradizionale giovedì-lunedì a domenica-mercoledì. Una decisione che mirava ad ottimizzare la presenza di trader specializzati in arrivo da tutto il mondo e a dare più spazio agli operatori del canale horeca. Il risultato è stato ottenuto, con oltre 140mila visitatori dei quali il 35% esteri provenienti da 116 Paesi e quasi 95mila metri quadri di superficie netta occupata nel 2012 (dati certificati FKM) e una migliore profilazione su livelli di maggiore professionalità e internazionalità degli operatori presenti.
    Al 46° Vinitaly, prima volta dei vini da agricoltura biologica e biodinamica, con il nuovo salone ViViT - Vigne, Vignaioli, Terroir.
    Nuovo calendario anche per il Concorso Enologico Internazionale e per il Concorso Internazionale Packaging, che vengono spostati da marzo a novembre per potenziare e valorizzare gli strumenti di promozione e marketing al servizio delle aziende vincitrici, che avranno più tempo per usufruirne in vista della successiva edizione di Vinitaly.
  • 2011

    : Vinitaly protagonista delle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia con "La Bottiglia dell'Unità d'Italia". Il progetto, lanciato da Veronafiere nel corso dell'edizione 2010 durante la storica visita del Presidente della Repubblica italiana, Giorgio Napolitano, è l'unica ad avere ottenuto nel settore di riferimento il logo ufficiale delle celebrazioni.
    Da un blend di 20 vini in purezza rossi e da 20 in purezza bianchi, rappresentativi di una varietà di ognuna delle 20 regioni italiane, sono stati creati due vini che, dopo essere stati offerti al presidente della Repubblica Napolitano, verranno donati alle massime autorità internazionali.
    Al 45° Vinitaly di scena "Sparkling Italy", degustazione dei vini frizzanti prodotti con metodo classico e charmat dedicata a buyer esteri, giornalisti e operatori preregistrati e presentati dai consorzi di tutela. Innovativo il sistema di presentazione e degustazione, che si avvale di sommelier e di supporti informatici.
  • 2010

    : servizi evoluti alle imprese, marketing diretto via web per aumentare il numero di operatori specializzati provenienti dall'estero e per fidelizzare quelli che già sono stati a Vinitaly sono il filo conduttore della 44ª edizione di Vinitaly, che riceve per la prima volta nella sua storia la visita ufficiale del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Novità sono state introdotte anche per rendere più assistita la permanenza dei visitatori alla manifestazione, con servizi via palmare o blackberry e nel nuovo spazio My Vinitaly sul sito di manifestazione. Inaugurata una piattaforma online dedicata ai giornalisti, dove trovare in modo organizzato comunicati, immagini, video, interviste, approfondimenti, ricerche di mercato, così da avere a portata di click tutto il Vinitaly.
    Il Concorso Enologico Internazionale introduce, oltre ai Premi Speciali "Vinitaly Nazione 2010" e "Gran Vinitaly 2010", il Premio Speciale "Vinitaly Regione 2010". I vini vincitori di medaglia potranno segnalare sulle bottiglie la dicitura "Concorso Enologico Internazionale 2010": il riconoscimento della qualità raggiunta diventa così strumento di marketing spendibile in tutto il mondo.
    Singapore si aggiunge alle tappe di Vinitaly World Tour, che cambia format per diventare Vinitaly in the World, dopo l'accordo tra il Ministero delle Politiche Agricole e Veronafiere, che prevede la possibilità per consorzi, associazioni e singole aziende vitivinicole di inserire nei progetti nazionali e regionali di promozione all'estero, in parte finanziati dalla nuova Ocm vino, anche la partecipazione a tappe del Vinitaly nei Paesi terzi. Viene lanciato il sito dedicato www.vinitalytour.com
  • 2009

    : in occasione di Vinitaly 2009 viene inaugurato il nuovo Padiglione 1, che porta la superficie lorda coperta del quartiere fieristico a 150 mila metri quadrati.
    Perseguendo una politica di sviluppo rispettosa dell'ambiente, Veronafiere ha dotato il nuovo padiglione di 2.000 metri quadrati di pannelli solari, in grado di produrre la corrente elettrica annuale necessaria all'approvvigionamento di 33 appartamenti.
    Dopo la positiva esperienza del 2008 di Agrifood Club, la Rassegna dell'agroalimentare di qualità, viene deciso il definitivo ampliamento dell'offerta merceologica a favore degli operatori esteri interessati, oltre che al vino con Vinitaly e all'olio extravergine di oliva con Sol, a tutto il made in Italy agroalimentare.
    Agli espositori di Enolitech viene fornito gratuitamente un servizio anticontraffazione per la tutela della proprietà industriale ed intellettuale dei prodotti esposti per fronteggiare la presenza di operatori del settore che espongono "prodotti contraffatti" o esercitano "concorrenza sleale".
    A novembre, prima volta di Vinitaly World Tour a Seul in Corea.
  • 2008

    : viene lanciato "Passionate Business", che rappresenta la sintesi della filosofia operativa di Veronafiere: passione per il vino e concretezza degli affari.
    Vinitaly World Tour festeggia i 10 anni ripartendo dall'India a gennaio. A febbraio è la volta di Vinitaly US Tour, che viene sdoppiata per una prima trasferta a Miami e a Palm Beach. In giugno nuova tappa in Russia, mentre a ottobre Vinitaly è di nuovo negli Usa a Chicago, a New York e per la prima volta nella capitale Washington. Il calendario all'estero si completa in novembre con il Giappone (dove viene confermato fino al 2010 l'accordo di promozione tra Veronafiere e Isetan) e la Cina, con le tre tappe di Pechino, Shanghai e per la prima volta Macao.
  • 2007

    : dopo il matching on-line sul sito www.vinitaly.com sperimentato con successo negli anni precedenti, Vinitaly lancia «Taste Italy», una nuova iniziativa di incontro tra domanda e offerta. Qui le migliori aziende italiane presentano agli operatori esteri, attraverso un innovativo sistema di dispenser, il «top product» e il «new product» dell'anno.
    Novità anche per il Concorso Enologico Internazionale, grazie a un accordo tra Veronafiere e l'esclusiva catena distributiva giapponese di fine food Isetan, che nell'ottobre 2007 permette la realizzazione di un corner di vendita dei vini vincitori negli store Isetan di Tokyo. Un accordo con Spazio Italia, inoltre, dà all'azienda vincitrice della sezione Italia del Concorso 15 giorni di promozione all'interno dell'area gestita da Air Dolomiti/Lufthansa nella zona partenze per l'Italia dell'Aeroporto internazionale di Monaco.
    Vinitaly 2007 vede la nascita di Genius Vini, un sistema integrato a servizio delle aziende, frutto del consorzio tra Veronafiere, Federvini e Uiv. Tra gli obiettivi, individuare nuovi mercati di sbocco e la promozione del prodotto italiano.
    Il 2007 si conclude con il riconoscimento da parte dell'Ue della qualità, dell'innovazione e dell'organizzazione raggiunte da Veronafiere con le sue iniziative internazionali in ambito enologico: Bruxelles approva un progetto comunitario triennale (2008-2010) cofinanziato da Italia e Unione Italiana Vini di circa 4 milioni di euro per la promozione dei vini europei di qualità in Cina, India e Russia, con Veronafiere ente attuatore del progetto.
  • 2006

    : Vinitaly raggiunge la piena maturità, i quarant'anni. Presenta due nuovi padiglioni espositivi (10 e 11) e amplia la presenza sui mercati esteri grazie a Vinitaly Japan, in novembre a Tokyo, alla prima edizione con il marchio Vinitaly in India, a Mumbay e New Delhi, alla terza in Russia con la novità di San Pietroburgo insieme alla consolidata Mosca, a Vinitaly US Tour (a Chicago, Los Angeles e Las Vegas) e a Vinitaly China a Shanghai (Cina).
    Il Concorso Internazionale di Packaging apre ai liquori e distillati ottenuti da frutta diversa dall'uva; nel 2005 aveva accolto i distillati provenienti dai prodotti vitivinicoli.
  • 2005

    : è potenziata la fase di internazionalizzazione del marchio a servizio del sistema vinicolo nazionale. Nuove «manovre» in India con Ifows per preparare il terreno alla prima edizione vera e propria di Vinitaly India. In maggio ha luogo la seconda edizione di Vinitaly Russia e in ottobre si svolge il tour negli Usa (Boston, Chicago, Los Angeles). Novembre, come da consolidata tradizione, vede a Shanghai la 7ª edizione di Vinitaly China.
    Nel corso della fiera madre a Verona, in aprile, vengono lanciate nuove iniziative che coniugano vino e ristorazione internazionale con «I Viaggi di Gulliver» e «Wine & Food Pairing», danno spazio agli emergenti con «Trendy Oggi e Big domani» e promuovono gli incontri con i buyer e il canale horeca.
  • 2004

    : il marchio Vinitaly viene speso direttamente, per la prima volta, dopo sei anni di presenza, in Cina e, novità assoluta, in Russia. Prosegue il Vinitaly US Tour con Miami e San Francisco.
  • 2003

    : dopo una prima esperienza nel 2002, la rassegna "conquista" anche l'America con Vinitaly US Tour a Chicago e San Francisco, e partecipa ad IFOWS, l'Italian Food and Wine Show di Mumbay, in India.
    Nasce Vinitaly for You, il dopo-Vinitaly dedicato ai wine lover, che trovano nel Palazzo della Gran Guardia, nel cuore storico di Verona, un ambiente giovane ed accogliente per degustare i migliori vini.
  • 2002

    : a giugno Veronafiere porta Vino&Olio a Singapore.
  • 1998

    : l'internazionalità di Vinitaly è confermata e rilanciata dalla scelta di Veronafiere, nel centenario di attività, di andare in Cina, a Shanghai, con China Wine, un'esperienza positiva che si ripeterà gli anni seguenti.
    Il settore delle attrezzature dedicate al vino e all'olio diviene una rassegna ad hoc, Enolitech, il Salone delle Tecniche per la Viticoltura, l'Enologia le Tecnologie Olivicole ed Olearie.
  • 1996

    : nasce l'International Packaging Competition, per premiare il miglior abbigliaggio del vino.
  • 1995

    : Vinitaly assorbe Distilla ed assume la denominazione Vinitaly - Salone Internazionale del Vino e dei Distillati.
  • 1992

    : nasce il Concorso Enologico Internazionale che, giunto alla 18ª edizione, è divenuto il più selettivo e partecipato al mondo con una media di 90 medaglie assegnate su oltre 3.600 vini da circa 30 Paesi.
  • 1988

    : il Salone dell'Oliva diventa SOL. Nasce anche Distilla, il Salone della Grappa, del Brandy e dei Distillati.
  • 1987

    : all'interno di Vinitaly nasce il primo Salone dell'Oliva.
  • 1980

    : Vinitaly cambia data e d'ora in poi si svolge ad aprile.
  • 1978

    : Vinitaly ottiene la qualifica di «internazionale» ed apre le porte alla partecipazione di aziende estere.
  • 1971

    : la manifestazione diventa Vinitaly - Salone delle Attività Vitivinicole, una vera e propria rassegna mercantile. Organizzata da Agriturist e guidata da Mario Soldati, si svolge l'asta dei vini pregiati. Al Vinitaly si affianca anche una sezione merceologica dedicata a macchine, attrezzature e prodotti per l'enologia e la prima edizione della Mostra Catalogo di Vini DOC.
  • 1969

    : nella terza edizione delle Giornate del Vino Italiano, accanto all'attività convegnistica, 130 case vinicole espongono i loro prodotti.
  • 1967

    : il 22 e il 23 settembre si svolgono nel palazzo della Gran Guardia le Giornate del Vino Italiano. È l'atto di nascita ufficiale di Vinitaly.